A R T E


 Che parte è l'arte, di noi?

funsinet


 
 HOME      Chi sono      Blog    Anima-tion     Papa Benedetto XVI     Libri  

 Caravaggio  Antonello da Messina  Renoir
 
 L'ultima cena  Pablo Picasso  Medugorje
 
 Jacopo Bellini  Vincent Van Gogh  

Quando l'arte e' emozione ?..


Ogni artista parla per se'.  A volte parla di se'.

Se parla di se' parla anche per me ?

.

  Che cosa ci voleva dire con questo quadro il signor Michelangelo    da  Caravaggio ?



  Resurrezione?

  
Ci vuole una bella mente libera e coraggiosa.  


 Quale artista oggi ha il  coraggio di parlare di

Resurrezione ?

Scorcio del dipinto di Michelangelo Caravaggio: L'incredulità' di Tommaso.
Una mente libera dai pregiudizi.

Sappiamo tutti dal Vangelo di Giovanni che Tommaso non mise il dito nella piaga.
Quando Gesù lo invito' a toccare le sue ferite, Tommaso si inginocchio' e disse "mio Signore e mio Dio".

E allora perché' tanti quadri sino dai primi secoli presentano questo gesto?
Semplice.
E' il gesto di Gesù che resta nella nostra mente ed in quella dell'artista.
E' l'invito che ci commuove.
Perché' Gesù Cristo usa queste parole: "avvicina la mano e mettila nel mio costato".

Nel dipinto si puo' ben notare la mano di Gesù che guida quella del discepolo.
Dunque questo quadro vuole raffigurare la disponibilità' di Gesù Cristo.
Per fortuna gli artisti non sono TEOLOGI.






Vincent Van Gogh.

Io non sono un intenditore di arte e tuttavia questo quadro di Van Gogh ha dei colori che sono una vera emozione.
IL ponte di Langlois.


E questa notte stellata è come se ci volesse dire qualcosa.
Qualcosa dei opensieri del pittore, che noi non sapremo mai.

E' un cielo che parla.               Notte stellata

E' una potenza di cielo che si mostra, e solo il campanile
osa toccarlo.




L' immagine che segue non è propriamente un quadro di artista.

madMedugorje    

Si tratta della foto della statua della Madonna di Medugorje

che è stata  elaborata al computer dal funsinet.




Renoir era un impressionista.
Mi piace questo quadro, con gente rilassata dopo il pranzo, sulla terrazza.
Titolo del quadro: "Colazione dei canottieri".
Si tratta di amici e conoscenti del pittore.
 "Sguardi luminosi di ragazze innamorate" direbbe qualche autore di canzonette.

Bel momento, tranquillo.
Oggi forse non si vive più così.

------- tempo ------- tempo ----------- tempo -----------

Quando ho scritto la frase quì sopra mi sbagliavo.
Anche oggi si può vivere così.
Ovviamete la cosa più importate è avere gli AMICI.
(lo stampatello è venuto da solo come per caso)




A proposito di Artisti che non sono teologi.
Anche Leonardo da Vinci non era Teologo.

Meno male!

Certi scrittori attuali un po' ignoranti (che magari vendono in tutto il mondo) usano i quadri di Leonardo per "dimostrare" le loro "patacche" storico-religiose.



Leonardo da Vinci:  L'ultima cena.  

Più' siamo "moderni" e più' siamo ignoranti ?
Pare di si.




Ora vi presento il più bel quadro di annunciazione che io conosca.

Forse è il più bel quadro della terra.

Si tratta dell'Annunciata di Antonello da Messina


Il quadro è stato eseguito nel 1475. Un articolo di presentazione del quadro Giulia Stolfa su Il Giornale dice tra l'altro:
"Geometria e grazia che richiamano i modelli di Piero della Francesca ....
La Vergine è colta in un attimo sospeso ed è rivolta dentro di sè e presente nello spazio
che occupa, imponente e disarmante nella solenne dolcezza del volto, che fa trasparire una
incommensurabile radiosità interiore.
Luci ed ombre plasmano i volumi di un viso dall'ovale delicato e perfetto, di uno sguardo
che non è dato sapere dove sia posato... Il gesto della mano .... coinvolge con il suo movimento lo spettatore, che diventa così testimone del momento.
L'Annunciata di Antonello da Messina rappresenta "Un'Annunciazione sanza angelo"
ha osservato Vittorio Sgarbi, "Maria nel dipinto è sola, assoluta, con il mantello
come una corazza, e porta con sè, dentro di sè, l'angelo ed il suo messaggio,
e l'accettazione del suo destino".



Picasso è un artista che francamente io capisco poco e che non mi piace nemmeno tanto.

Tuttavia questo schizzo veloce e fresco di Don Chisciotte mi pare che riesca con pochi tratti a evocar tutto ciò che sappiamo dell'eroe di Cervantes e del suo aiutante.


Don Chisciotte e Sancio Panza





Jacopo Bellini. Chi era costui ?

e guardate questa Madonna con Bambino

Jacopo Bellini.

Ho scoperto il primo dipinto, Vergine con il Bambino, su un foglietto della messa qualche anno fa'.
Mi piaceva il volto giovane bellissimo della Madonna e l'insieme del quadro.
C'e' come una dignita' regale, eppure grande dolcezza.

Il secondo dipinto di Bellini e' una Madonna un po' piu' matura con un Bambino piu' cresciuto che benedice.
La Madonna ha uno sguardo tranquillo, eppure sembra quasi di intravvedere nei suoi occhi come una trepidazione per un futuro che non conosce ancora.
E tuttavia quel futuro è come adombrato nello sguardo, come se la passione di quel bimbo fosse già presente in quegli occhi appena velati.

Il funsinet non è un intenditore di arte. Prova soltanto a fare uscire un pò di umanità.

 barcahom   E non è finita...